Home   |   Informazioni Cocaina   |   Dipendenza Cocaina   |   Disintossicazione Cocaina   |   Struttura   |   Gallery   |   Testimonianze   |   Contatti 
     
 
 

Novità!
Non hai tempo ora di leggere il sito?

Preferisci Scrivere
invece di Chiamare ?

 
Lascia ora la tua email:
Ti contattiamo noi in forma assolutamente
privata e Anonima!
 
Tuo Nome (*):
E-mail (*):
Telefono *:
 
Il problema riguarda:
Me stesso Un familiare Un amico
 
Se Vuoi, lascia qui un messaggio
 

*
 
 

Garanzia di serietà = la tua Email è sicura: da me NON riceverai mai spam
Nota: I campi con * sono obbligatori

I Danni del Crack

I danni del crack sono molto gravi anche dal punto di vista mentale con possibili ripercussioni di tipo psicopatologico (psicosi, alterazioni della gratificazione). Dal punto di vista fisico, l'iperattivazione dell'apparato cardiovascolare, unitamente alla vasocostrizione, sono causa di infarto ed ictus.

I danni del crack più gravi sono quelli prodotti a livello mentale. L’uso cronico, infatti, porta ad una progressiva modificazione dei tratti della personalità in senso paranoideo: prevale il sospetto, l'irritabilità, la sensazione di ambiente ostile, fino, talvolta, al delirio paranoide. Il cocainomane si sente ossessionato, è convinto di essere spiato, perseguitato, l’umore è depresso e nei casi più gravi si manifestano allucinazioni (tipica la percezione di animali che corrono sulla pelle, o allucinazioni visive). Frequenti sono gli attacchi di panico e uno stato di profonda depressione che può durare anche alcune settimane, con ideazioni suicidarie.

I danni del crack dal punto di vista fisico sono altrettanto gravi: il fumo espone il polmone ai vapori del crack e ad altre sostanze usate per tagliare la sostanza. La modalità di assunzione del crack risulta particolarmente tossica nei confronti del sistema respiratorio e genera gravi effetti sia a breve sia a lungo termine. Nel caso di questa sostanza è stata infatti definita una vera e propria sindrome, “polmone da crack”, che identifica quadri clinici anche distanti fra loro: emorragia alveolare diffusa, dolore toracico, edema polmonare, riesacerbazione acuta d’asma, infiltrati polmonari con eosinofilia, polmonite interstiziale, bronchioliti (BOOP), ecc.

 
 
   
 

         

 

  

Struttura del Centro

Vai alla Struttura

Gallery Fotografica

Vai alla Gallery

Video & Foto 3D


Vai al Video & Foto 3D